Banda Ultra Larga: nella prossima riunione del COBUL le proposte delle Regioni

Si è riunita a Roma a Commissione speciale per l’Agenda digitale della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, coordinata a livello nazionale dall’assessore del Friuli Venezia Giulia ai Servizi generali e Sistemi informativi Sebastiano Callari. Il punto principale in agenda è stato il Piano Banda Ultra Larga e l’individuazione dei criteri di assegnazione degli incentivi e dei voucher.

Per un’efficace distribuzione degli incentivi destinati a favorire la connessione veloce, il Friuli Venezia Giulia ha indicato prioritariamente alcune tipologie d’impresa: quelle virtuose con livelli di produzione e assunzioni in crescita, le aziende impegnate in ricerca e sviluppo, le start-up innovative e l’imprenditoria femminile e giovanile. Un’attenzione particolare dovrà essere riservata, inoltre, ad alcune zone del territorio come le aree interne e quelle montane, oltre ai piccoli Comuni con meno di 5mila abitanti.

Secondo il piano della Regione si dovrà tener conto poi dei nuovi insediamenti di imprese e professionisti, delle dimensioni aziendali, delle realtà che sorgono nei distretti produttivi e nei consorzi di sviluppo economico e di quelle che operano nelle cosiddette aree di specializzazione intelligente che in Friuli Venezia Giulia riguardano il settore alimentare, la metalmeccanica, il sistema casa/mobile, le tecnologie marittime, la smart-healt e le imprese culturali.

Le proposte del Friuli Venezia Giulia, informa una nota, insieme a quelle avanzate da altre Regioni saranno all’ordine del giorno nella prossima riunione del Comitato Banda Ultra Larga (Cobul), in programma a Roma il 25 febbraio.

La Commissione Agenda digitale si è occupata anche dello stato di avanzamento di PagoPA, il sistema di riscossione di cui si stanno dotando tutte le pubbliche amministrazioni, delle iniziative legate alla Settimana per l’Amministrazione aperta #SAA2020 in programma dal 2 all’8 marzo 2020 e della collaborazione al progetto ministeriale “Repubblica Digitale” destinato a colmare il gap informatico del Paese.

24 Febbraio 2020

MISE
Direzione Generale per i Servizi di Comunicazione Elettronica, di Radiodiffusione e Postali

Crescita Digitale in Comune

Progetto finanziato dal Ministero dello sviluppo economico

BUL
Strategia italiana per la Banda Ultra Larga per fare dell’Italia un paese più veloce, più agile, meno burocratico, più moderno.

Su
Crescita Digitale in Comune